Web 2.0/ Second Life, romanzo corale. Ecco il manuale del giovane medico

settembre 29, 2007 by

Su Second Life il primo romanzo corale. E Armani apre uno store
Su Second Life i navigatori potranno improvvisarsi scrittori e dare un loro contributo continuando il romanzo iniziato da altri. Il mondo virtuale di Second life farà da sfondo al primo romanzo scritto a più mani nella rete. La storia finale diverrà infatti il soggetto di un film da girare su Second life con attori-avatar. Il progetto s’intitola ‘Se in un giorno di un’altra vita un navigatore’ che parafrasa Calvino (Se una notte d’inverno un viaggiatore). Intanto, sempre su Second Life, Giorgio Armani ha aperto un suo concept store. Presto verrà lanciato anche un magazine di moda, Essensual. Sarà bilingue, italiano e inglese, affronterà temi di moda anche della vita reale, si occuperà di accessori, arte e design. L’ideatore e’ uno dei principali animatori della vita di Sl, Beppe Rossini. Il lancio del magazine dovrebbe avvenire entro la prima metà di ottobre.

Il calcio online con Rcs Digital
Rcs Digital ha acquisito i diritti audiovideo online della Serie A e della Premier League per le prossime tre stagioni sportive. L’accordo e’ stato siglato con Infront Italy. Grazie al nuovo servizio multimediale si potrà accedere gratuitamente su Gazzetta.it, e poi su Corriere.it, al meglio del campionato di Serie A e di quello inglese: la Premier League. L’offerta comprende sia gli highlights delle partite, sia numerosi altri format audiovisivi originali. (Web 2.0 su Affari)

Annunci

Un blog dalla Birmania

settembre 27, 2007 by

Interessante iniziativa della BBC che ha lanciato un blog dalla Birmania. Da visitare!

Tutti pazzi per le tecnologie in Friuli

settembre 25, 2007 by

Il Friuli Venezia Giulia sta facendo delle nuove tecnologie il suo punto di forza. Con 2 mila 811 imprese attive (di cui il 38% per cento sono società di capitale, il 32% società di persone e il 29% ditte individuali), il settore non solo ha registrato anche nei periodi di stagnazione un aumento delle unità produttive, ma partecipa ala formazione del Pil regionale per il 4 per cento. E’ la provincia di Udine il polo d’attrazione dell’imprenditoria Itc, ospitando il 48% di imprese.
Segue Trieste con il 23% (le aziende del settore Ict in Area Science Park sono 11 su un’ottantina di realtà pubbliche e private insediate con circa 200 addetti su un totale di circa 1.800 dell’intero parco scientifico), da Pordenone con il 19 e da Gorizia con il 10%. I dati sono il frutto di una ricerca condotta dall’Osservatorio del Polo Ict (Information Comunication Technology), finanziato dalla Regione con l’obiettivo di sviluppare e ampliare l’offerta di formazione e istruzione tecnica superiore in questo campo. Vi partecipano numerosi soggetti impegnati nella ricerca ed è gestito dallo Ial di Pordenone. Il notevole contributo alla formazione del Pil, deriva da una produttività, per addetto che risulta maggiore del 37% rispetto a quello dell’insieme dei settori dell’industria e dei servizi, grazie soprattutto al contributo del comparto del software e dei servizi dedicati. Nonostante questa eccellenza, in Friuli Venezia Giulia, l’imprenditoria “tradizionale” non ha ancora compreso appieno le potenzialità, per l’impresa, derivanti dall’adozione di sistemi hi tech avanzati, un ritardo che ne limita il recupero di competitività. (Espresso) Leggi il seguito di questo post »

Master in comunicazione e giornalismo multimediale a Milano

settembre 21, 2007 by

Sono aperte le iscrizioni al Master in Comunicazione e giornalismo multimediale, che si terrà a Milano, presso la Civica scuola Cova in c.so Vercelli, dal 16 ottobre al 31 gennaio 2008 (ogni martedì e giovedì h. 19-22). Organizzato sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio del Dipartimento dell’informazione dell’editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero delle Comunicazioni, del Consiglio regionale della Lombardia, della Provincia e del Comune di Milano, il master prevede un totale di 120 ore di frequenza, di cui 80 di didattica frontale in aula. Leggi il seguito di questo post »

Il New York Times “gratis” on line

settembre 18, 2007 by

Cambio di strategia per il quotidiano più famoso del mondo. A partire da domani il New York Times chiuderà il suo servizio a pagamento Times Select Web in modo da rendere gratuita la maggior parte del suo sito Internet. Obiettivo? Attirare un numero maggiore di lettori e di inserzionisti pubblicitari. L’accesso gratuito riguarderà  anche gli archivi dal 1987 ad oggi e quelli ancora più impolverati che vanno dal 1851 al 1922. Rimarrà invece a pagamento l’accesso all’archivio 1923-1986.

Il sito del quotidiano era l’unico dei grandi giornali Usa ancora a pagamento nonché quello che può vantare il maggior numero di contatti online (tredici milioni di visitatori unici al mese, secondo Nielsen/NetRating). “Crediamo che rendendo disponibili tutti i nostri contenuti e milioni di nuovi documenti possa creare un flusso di ricavi che supererà quelle provenienti dalle sottoscrizioni”, dichiara Vivian Schillervicepresidente del sito del NYT.TimesSelect, il servizio che per 7,95 dollari al mese permetteva di leggere editorialisti come Maureen Dowd e Thomas Friedman chiuderà dopo soli due anni dalla sua inaugurazione. La mossa equivale ad un riconoscimento da parte del prestigioso quotidiano che si guadagna di più facendo supportare il sito dalla pubblicità piuttosto che facendo pagare direttamente gli utenti. (continua su Affari)

Esperimenti di citizen journalism: il caso ‘NowPublic’

settembre 15, 2007 by

Il sito non ha un aspetto particolare, somiglia a tutti i suoi omologhi del Web 2.0: una pennellata di MySpace, un pizzico di YouTube e il numero dei partecipanti messo in evidenza per colpire i visitatori. Come ci si poteva attendere anche questa storia è cominciata in un garage, appena due anni fa. NowPublic – http://www.nowpublic.com – come altri suoi compagnetti del web ha trovato la formula vincente perché è riuscito a quotare, in giugno, 10,6 milioni di dollari (poco più di 7,4 milioni di euro). Leggi il seguito di questo post »

Tutti giornalisti?

settembre 12, 2007 by

Tutti giornalisti? La partecipazione del pubblico alla fabbrica dell’informazione è ormai costellata da alcuni fatti d’arme: lo tsunami nel Sud-Est asiatico del dicembre 2004, gli attentati a Londra del 7 luglio 2005, il colpo di stato in Thailandia del settembre 2006… Grazie ad alcuni passanti, presenti sui luoghi, immagini di questi avvenimenti sono state prese “a caldo” e diffuse sui siti dei giornali o sulle catene televisive. «Si tratta di persone comuni, testimoni, che condividono eventi straordinari» commenta Leonard Brody, fondatore di NowPublicwww.nowpublic.com– un sito partecipativo basato a Vancouver, valutato recentemente 10,6 milioni di dollari. Leggi il seguito di questo post »

Un portale planetario la prossima sfida Adnkronos

settembre 10, 2007 by

Roma, 8 set. – (Adnkronos) – Cavalcare l’evoluzione della multimedialita’ e dell’interattivita’ con un portale planetario che “renda presente il futuro” perche’ “altrimenti si finirebbe per mettere su un’orchestra di musicanti raccogliticci e di scuole disparate”. E’ la filosofia e la prossima scommessa di Giuseppe Marra, direttore responsabile delle agenzie di stampa del Gruppo GMC ADNKRONOS di cui e’ presidente , espressa in un’intervista al quotidiano ‘ItaliaOggi’. ”L’informazione, sostiene, non puo’ ne’ deve rispondere a input automatici. Altrimenti il giornalismo e l’editoria rubano il mestiere ai servizi postali. E le redazioni si trasformano in elettroniche buche delle lettere’‘. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicità: televisione in crisi, cresce Internet

settembre 8, 2007 by

Se come si usa dire la pubblicità è lo specchio dell’economia allora siamo messi maluccio. Nel primo semestre 2007 gli investimenti in advertising in Italia hanno registrato un lievissimo rialzo (+0,4%) che non recupera neppure il tasso di inflazione. Si tratta pur sempre di 4,69 miliardi di euro, che non sono certo noccioline, ma il messaggio è chiaro. Le aziende, cioè gli investitori, non spingono sulla comunicazione. C’è poi un’altra poco felice constatazione, la crisi dei media generalisti e tradizionali, televisione e cinema, pianificati senza più l’entusiasmo di un tempo.  Ne guadagna Internet. Leggi il seguito di questo post »

La Notte Bianca anche sul web con Wiki City Roma

settembre 7, 2007 by

ROMA – Il “mondo in una notte”, ma anche “una città sul display”. Se lo slogan scelto per l’edizione 2007 della Notte Bianca di Roma pensa in grande, la copertura dell’evento non sarà da meno. Nell’occasione del grande happening che dovrebbe richiamare a Roma più di un milione e mezzo di persone, debutta – sulle pagine di Repubblica. it e Repubblica Roma – WikiCity Rome, un progetto di informazione ad alto tasso di tecnologia, frutto della collaborazione tra il Mit (Massachusets Institute of Technology), istituzioni locali, Seat, Telecom Italia, Tele Spazio, Atac e Trenitalia, con Repubblica come sponsor tecnico. Leggi il seguito di questo post »