La dimensione etica del telelavoro

by

“Nell’era post-industriale, luogo di vita e luogo di lavoro e tempo del lavoro e tempo del non-lavoro perdono la loro netta distinzione. Il telelavoro non è un nuovo lavoro ma un’importante alternativa al tradizionale modo di lavorare. L’e-work, inoltre, è perfettamente in linea con le esigenze etiche, sociali ed ambientali dell’uomo contemporaneo”.

A queste ed altre considerazioni è giunto Christian Ciliberti che ha conseguito presso l’Università degli studi di Bari la laurea specialistica in “Comunicazione e Multimedialità” con una tesi di laurea in “Etica della Comunicazione” dal titolo “Etica del telelavoro: analisi del lavoro a distanza nella sua dimensione etica”.

Penne Digitali riporta due documenti sul lavoro di tesi (a proposito: auguri a Christian per il suo 110 e lode): il primo è una presentazione dell’autore, il secondo sulle conclusioni a cui Ciliberti è giunto:

Info sull’autore e sul lavoro di tesi: file-1-christian-ciliberti.doc (clicca su per aprire il file)

Conclusioni: file-2-conclusioni.doc (clicca su per aprire)

Tag: , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: