L’agenzia Dire dedica un portale ai giovani

by

La politica fatta dai ragazzi, le città amministrate dai più piccoli, con il loro ‘Parlamento’ che nasce su Internet grazie all’Agenzia di stampa Dire. Dopo la pausa estiva, infatti, la Dire metterà in Rete un nuovo portale dedicato all’attività dei Consigli comunali dei ragazzi, attivi in oltre 60 città italiane. Vere e proprie assemblee consultate periodicamente dai sindaci, che attraverso di esse raccolgono le proposte dei bambini (dal marciapiede che non c’è agli spazi per giocare, dai trasporti per andare a scuola alle barriere architettoniche), cui poi dare una risposta concreta, dovendo rendere conto ai baby-onorevoli di ciò che è stato fatto e di ciò che non è stato fatto dalle giunte cittadine.
Sarà “un sito dove i ragazzi dei Consigli comunali di tutta Italia potranno scambiarsi esperienze e prendere la parola. Per la prima volta, poi, avranno l’opportunità di mettersi in rete tra di loro, tramite un’agenzia importante”, afferma la senatrice Anna Maria Serafini, presidente della commissione bicamerale per l’Infanzia, in merito al portale della Dire. “I giovani eletti in questi Consigli – continua Serafini – dicono la loro su come è organizzata la città, quindi se la città in cui vivono, nei piani regolatori, nelle strutture, nei vari luoghi è adeguata alla loro vita e ai loro bisogni. In Italia, dieci anni fa, era stato istituito un fondo delle città sostenibili. Noi pensiamo che vada ripreso, perché i Consigli dei ragazzi sono un laboratorio straordinario di idee”, sempre che “queste possano trovare una sede che le realizzi”.

Sulla stessa linea il sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio. La città emiliana ha ospitato poche settimane fa i ragazzi dei Consigli comunali, per una tre giorni di incontri e confronto sulle loro proposte con i politici nazionali e gli amministratori locali. Quella dei Consigli comunali dei ragazzi “è una grande iniziativa, per due motivi: è un’esperienza di cittadinanza – spiega Delrio -, di crescita dei ragazzi nella capacità di osservare il loro territorio, averne cura, nell’elaborare progetti la cui fattibilità devono poi verificare nel confronto con le proposte dei loro coetanei: crescono nella mediazione dei loro sogni, si abituano a lavorare e ragionare con gli altri”. In secondo luogo, “è una esperienza straordinaria di politica per me. Il destino di una città non è affidato solo a un sindaco, così come quello di un Paese non lo è per un premier. La politica è partecipazione, è il senso di responsabilità di ogni cittadino. Il grande motto uscito da Reggio Emilia, ‘ciascuno collabori responsabilmente’, CCR, lo trovo eccezionale: ognuno deve dare il suo contributo”. E sul nuovo sito Internet che realizzerà l’Agenzia Dire per i Consigli comunali dei ragazzi, Delrio non ha dubbi: “E’ molto importante – afferma – questi sono i cittadini del futuro, un futuro che per loro è adesso: sono abituati a viaggiare sul Web, a parlare un linguaggio che è sì quello antico – della cittadinanza, che abbiamo ‘parlato’ a Reggio Emilia nella sala del Tricolore – ma soprattutto quello nuovo, di Internet. Ora, che qualcuno abbia pensato di trovare la ‘casa’ giusta per le loro proposte, le loro idee, le cose che nascono dai loro progetti, come intende fare la Dire con il portale, è certo una cosa giusta: ce n’era davvero bisogno”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: