Gli anziani e il web: l’Urban Blog di “Settimo Cielo”

by

Ma chi l’ha detto che anziani e tecnologia non vanno d’accordo? A Settimo Torinese è nato il progetto Settimo Cielo, protagonisti un gruppo di dieci ultra 60enni che hanno dato vita ad un redazione web per commentare, vivere e rivivere vita passata e presente della loro città.Il progetto, realizzato dall’Osservatorio Scrittura Mutante della Biblioteca Civica Multimediale di Settimo in collaborazione con l’Onlus Pari Go, è partito come un corso di formazione per avvicinare la popolazione anziana agli strumenti multimediali e che si è trasformato in un vero e proprio blog collettivo.  

Lo scopo del corso è stato quello di esercitare la percezione di scrivere in rete e costruire un’identità nello stesso tempo personale e collettiva. L’uso dello strumento blog amplifica e arricchisce gli spazi di relazione, rimette in gioco un segmento di società, gli anziani, che immaginiamo troppo poco spesso avere dimestichezza con le tecnologie della rete. 

Oggi i dieci anziani settimesi hanno dato vita ad una vera e propria redazione che gestisce un urban blog particolarmente suggestivo. Gli ultra 60enni amano parlare del presente e soprattutto del passato della loro città. Raccontano i cambiamenti, gli aneddoti di una città che è profondamente cambiata nel tempo, si confrontano, scambiano opinioni e sensazioni. L’Urban Blog di Settimo Cielo è particolare perché offre uno sguardo diverso rispetto agli altri blog, lo sguardo di persone nate quando pc e internet non erano nemmeno un ‘idea e che invece scoprono proprio in tarda età la tecnologia e la usano per dialogare. Una tecnologia che da una parte è momento di aggregazione e dall’altra è strumento per far sentire la propria voce, per raccontare delle storie.  Come Agostino che oggi ha 78 anni ed alle spalle una vita passata prima alla Lancia e poi alla Ferriere FIAT. Fino a quando non arriva la crisi della settore siderurgico e il prepensionamento a 55 anni. Agostino è stato uno delle prime 5 persone a prendere possesso della case del Villaggio Fiat di Settimo nel 1964. Nel Blog racconta la sua storia: il bisogno di un alloggio grande ma dall’affitto basso, il bando Fiat per l’assegnazione delle case in affitto per i dipendenti, l’arrivo a Settimo, una nuova vita che comincia. Ma Settimo Cielo non è solo un blog dedicato al passato, c’è anche tanto presente. Con commenti sulla viabilità, suggerimenti per la gestione dei parchi cittadini, notizie e appuntamenti della città, consigli per l’amministrazione comunale. E’ una finestra sicuramente unica e speciale sulla città di Settimo, che tutti possono consultare http://settimocielo.trovarsinrete.org.

6 Risposte to “Gli anziani e il web: l’Urban Blog di “Settimo Cielo””

  1. Giuseppe Says:

    Buongiorno a tutti, mi chiamo Giuseppe Mincuzzi meglio conosciuto come Er Poeta Metropolitano. Sono uno scrittore,cantante, attore. Ho scritto alcnuni libri di poesie in vernacolo, quasi tutte a sfondo sociale. Sono qui per chiedervi il vostro aiuto. Sto partecipando ad un concorso di poesia molto prestigioso, che ha una cassa di risonanza molto importante. Partecipo con una delle mie poesie più sentite, dedicate agli anziani ma soprattutto a tutte quelle persone poco sensibili verso gli anziani. Se vincerà verrà letta da un grande attore ed ascoltata a livello nazionale. Prima di dirvi come votare vorrei farla leggere a tutti voi:

    Nun poi lassallo solo
    di Giuseppe Mincuzzi

    Te chiameno nonno, vecchio oppuro anziano,
    sicuro che pe’ me, nun sei de secònna mano.
    ‘Ste rughe che ciài ‘n faccia, mica te l’hanno rigalate,
    so’ fatiche ed esperienze in anni accumulate.

    Nun c’e’ libbro de storia che te possa da,
    lo stesso arricchimento, ed è solo verità.
    Saranno puro vecchi, ma nun ce sta paragone
    Co’ la stupidità, de ‘n giovane cojone.

    Tante vorte me so’ sarvato davanti a ‘n problema,
    accettanno un buon consijo da chi ce passa prima.
    Le scene poi più belle, l’ho viste ar parchetto
    quanno li nipoti passeggeno pe’ mano cor nonnetto.

    Nun ve fanno tenerezza quanno li vedi er giorno,
    davanti a ‘n cantiere novo, raddunati tutt’intorno?
    Si je chiedi che ce stanno a fa, la risposta è scontata:
    “A giovinò lassece perde, ce passamo la giornata”.

    Li fii so’ proprio ‘nfami li sfruttano a faje male
    poi quanno ariva l’estate li chiudono drento ‘n ospedale.
    Penzate cor cervello e ve consijo fatelo spesso,
    che ‘n giorno non lontano ve capiterà lo stesso.

    1°- Per votare “le proprie poesie preferite” è necessario iscriversi online (entro il 10 novembre 2008), compilando apposita form, al sito: http://www.premiolaurentum.eu/

    2°- (una volta iscritti e fatto il login) Click su titolo poesia;

    3°- (in fondo alla poesia) Click su: “RICHIEDI IL CODICE PER VOTARE”

    4°- Il CODICE vi arriverà tramite SMS (sul numero di cell. che avete digitato al momento della registrazione)

    5°- PER VOTARE dovrete digitarlo (sempre sotto la poesia) su: “Inserisci il codice che hai ricevuto via sms”.

    6°- Click su VOTA.

    ****************

    …E’ fatta! Con un solo voto: 9 punti verranno assegnati alla poesia che avete prescelto. Avete a disposizione tre voti. Oltre il voto si può lasciare anche un commento di 500 battute.

    Ricorda l’autore è Giuseppe Mincuzzi e la poesia “NUN POI LASSALLO SOLO”

    Grazie e scusate l’invadenza

    Con affetto

    Er Poeta Metropolitano
    http://www.mincuzzi.net

  2. kikka Says:

    bhooo io sn entrata in sto sito ma nn volevo vedere sta cosa ma volevo vedere il blog di settimo cielo….
    cmq un bacione a tt

  3. cbaldi Says:

    Kikka il link al blog di Settimo Cielo è segnalato all’interno del post:

    http://settimocielo.trovarsinrete.org

    Quanto al commento precedente del “poeta metropolitano” non ne siamo responsabili ma non ritenendolo un vero e proprio spam non ci sentiamo di censurarlo… chi vuol votarlo lo voti chi vuole astenersi lo faccia… da parte nostra un caro saluto!

    a presto e seguite anche il nostro blog all’intenro di Libero! http://www.pennedigitali.libero.it

  4. Il blog di Ombretta Colli » Blog Archive » Lavoro fino a 65 anni? Solo se un premio per le nuove generazioni Says:

    […] che la proposta di legge sarebbe interessante. Lo sappiamo tutti che i problemi di bambini ed anziani gravano sempre sulle […]

  5. martina Says:

    Salve, mi scuso per il disturbo e La ringrazio anticipatamente, sono una studentessa della facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Palermo, La contatto perché sono alla ricerca di materiale per sviluppare la mia tesi di laurea. L’argomento della mia tesi riguarda il rapporto tra anziani e computer e tra anziani e web, sia dal punto di vista psicologico che anche dal punto di vista tecnico, su quello che gli anziani ricercano e sulle difficoltà che incontrano a navigare tra i siti web. Le chiedo se si trova in possesso di materiale che potrebbe essermi di aiuto per la mia ricerca, sia indicandomi libri o articoli sia siti web dove poter reperire materiale utile.
    Grazie
    Angelone Lucia Martina

  6. residenze per anziani Says:

    Penso che sia ammirabile l’idea e anche la realizzazione. Se si va a visitatare il sito indicato, sembra impossibile che sia stato realizzato da persone anziane.

    Complimenti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: