Archive for maggio 2007

Foggia: arriva Blog students magazine

maggio 31, 2007

“Blog”, il primo mensile free press interamente realizzato dagli studenti per gli studenti sarà distribuito in 27 province italiane, tra le quali anche quella di Foggia.
Una rivista open source realizzata col contributo di quasi 3mila collaboratori-studenti che votano democraticamente su un forum on-line gli argomenti da affrontare nei numeri successivi. 15 numeri pubblicati fino ad oggi. Dopo Bologna, nell’ottobre 2006, sono arrivate le edizioni di Vicenza, Parma e Firenze. Il primo numero nazionale – Maggio07 – copre 27 città. Blog è stampato a colori su carta riciclata ecologica. (more…)

Annunci

Un portale dedicato ad economia e critica dell’arte: nasce ArsLife.com

maggio 30, 2007

Nasce ArsLife.com, il portale dedicato all’economia e alla critica dell’arte diretto da Paolo Manazza, online con una versione completamente rinnovata del precedente sito eartcom e un nuovo logo, sul quale punta in automatico il vecchio nome grazie ad un collegamento. Sei potenti motori di ricerca permettono di trovare immediatamente un artista o un evento citato nel portale, una mostra in programma (“trova mostre”) o un’asta in calendario (“trova aste”). Ci sono collegamenti istantanei ai data base di Arsvalue (quotazioni in Italia), Artprice (quotazioni nel mondo) e Antiquorum (prezzi di orologi da collezione). (more…)

Costa poco e conviene: è il giornalsimo in outsourcing. L’India sperimenta

maggio 29, 2007

Un occhio elettronico sostituirà quello dei cronisti: il quotidiano online Pasadena Now ha assunto due giornalisti per seguire le sedute del consiglio comunale di Pasadena, in California: lo faranno dalla loro abitazione in India attraverso una webcam accesa durante le riunioni del comune. Secondo il direttore del giornale, James Macpherson, i due reporter indiani offrono un servizio che altrimenti i lettori non avrebbero ricevuto: per entrambi il giornale pagherà 20mila dollari l’anno, una cifra inferiore a quella necessaria per assumere due cronisti americani. La scelta ha acceso il dibattitto nei blog di lingua inglese. (more…)

Amnesty organizza una conferenza sul web per dire no alla censura

maggio 25, 2007

Amnesty International ed il giornale The Observer organizzano un evento interattivo e globale online: una conferenza via web sulla libertà di espressione nel mondo su Internet. L’appuntamento è per mercoledì 6 giugno alle 19.30 (ora italiana) all’indirizzo www.amnesty.org.uk/webcast. Si discuterà della lotta contro le censure online, delle restrizioni applicate da alcuni governi all’uso della rete e si celebrerà il desiderio condiviso di una effettiva libertà di espressione a livello globale. (more…)

Il falso scoop di un blog costa ad Apple 4 miliardi di dollari

maggio 23, 2007

Quattro miliardi di dollari andati in fumo in pochi minuti per una falsa notizia pubblicata su un blog. Tanto è costato il falso scoop sulla Apple pubblicato mercoledì da «ENGADGET»: una e-mail interna dell’azienda di Cupertino secondo la quale il lancio dell’iPhone e del sistema operativo “Leopard” sarebbero stati rimandati. La “bufala” è rimbalzata immediatamente sul Nasdaq (la Borsa dei titoli informatici di New York) e le azioni della Mela sono crollate nel giro di pochissimo da 107,89 dollari a 103,42. (more…)

Internet, Gentiloni punta ad un codice “Media e minori”

maggio 22, 2007

“Adeguamento del quadro normativo, lavorando con decisione per avere un codice media e minori”. E’ questa una delle linee d’azione prioritarie indicate dal ministro delle Telecomucazioni Paolo Gentiloni a proposito del rapporto tra utenti e Internet. Gentiloni ne ha parlato nel corso della presentazione del nuovo sito http://www.tiseiconnesso.it realizzato dal ministero il collaborazione con Save the Children Italia, un sito per ragazzi ma anche per genitori ed insegnanti per una navigazione sicura. Una convenzione lega ministero e l’Associazione, con quest’ultima individuata come partner privilegiato per promuovere attività ed elaborare proposte finalizzate alla tutela dei diritti dell’infanzia, sotto il particolare profilo del rapporto del minore e le tecnologie delle comunicazione, sia tradizionali che innnovative. Gentiloni ha parlato di intervento come “una straordinaria opportunitàò formativa, conoscitiva insieme agli altri new media”, sottolineando, però, al tempo stesso i nuovi rischi che comunque derivano e dunque la sfida che questi rischi lanciano. Di qui una serie di linee d’azione, a partire appunto dall’adeguamento del quadro normativo, passando alla “capacità di colpire in modo più rapido, direi chirurgico, efficace, le fonti delle minacce per i ragazzi e i minori”. Il riferimento è in particolare ai siti pedopornografici. (continua su Affari)

De Kerckhove: “Siamo tutti cyborg”

maggio 21, 2007

Come cambia la comunicazione nel Ventunesimo secolo e il rapporto tra il cervello umano e le nuove tecnologie nell’era di Internet? Ne ha parlato a Trieste uno dei più famosi teorici della comunicazione attraverso la rete, Derrick de Kerckhove, presente in città per partecipare a Fest.
De Kerckhove è il direttore del Programma McLuhan dell’Università di Toronto, che studia la comprensione di come le tecnologie influenzano la società.
Quale sarà, secondo lei, la tecnologia che più influenzerà il prossimo futuro?
«Il futuro passa verso il quantum e va verso la prossima fase dell’organizzazione della conoscenza. Il quantum, ovvero il computer, è quello che analizza adesso insieme tutte le situazioni con tutte le possibilità invece di una dopo l’altra, come succedeva prima nelle prime due fasi della società che hanno come protagonista l’elettricità. La prima fase offriva l’immagine di una tappa “muscolare” ed analogica perché dava luce, calore ed energia. Poi, quando abbiamo cominciato a parlare del telegrafo, siamo passati subito alla fase digitale dell’informazione, ovvero alla fase cognitiva. La terza fase – nella quale ci troviamo adesso – è quella pratica mentale e del telefonino e riguarda la comunicazione e l’uso delle parole». (more…)

Il giornale si sfoglia sul librofonino.. In Giappone Rete in tilt

maggio 20, 2007

Sfoglia il giornale sul Librofonino
Non più il vecchio ‘lenzuolo’ con l’odore d’inchiostro ma un foglio elettronico che di notte ‘scarica’ le pagine del giornale. Si tratta del Librofonino, invenzione della Telecom mostrata per la prima volta in Italia al World Marketing and Innovation Forum alla Fiera Milano di Rho. Il Corriere della Sera ha preparato per l’occasione -con Telecom Italia e il centro di ricerca Cefriel – una versione demo del giornale interattivo, con aggiornamenti costanti e personalizzabile.

Truffe in rete crescono
Aumentano le insidie per chi naviga in rete, secondo il rapporto sulla sicurezza delle reti informatiche presentato a Milano. Il malware, che comprende virus, worm, dialer e spyware, le truffe, come il phishing e il pharming, l’hacking e lo spam, con gli hoax e le catene di S. Antonio, secondo i dati relativi al 2006 sono allarmanti: 1.219 denunce nel settore della telefonia fissa e mobile, 1.725 nell’e-commerce (triplicate rispetto alle 566 del 2005), 242 in quello dell’hacking. (continua a leggere Web 2.0 su Affari)

Google lancia Universal Search: link e video completano la ricerca

maggio 18, 2007

In un nuovo affondo tecnologico ai danni dei rivali, Google lancia Universal Search, la ricerca universale. Il servizio unificato è destinato a cambiare in profondità i modelli in funzione di una ricerca capace di raccogliere sul web video, foto e altre categorie di file in una sola ricerca. Le richieste fatte al motore online piu’ usato porteranno ora alla raccolta di una serie di link di richiamo a un altro sito web. È la prima volta che un motore di ricerca offre questa opzione, direttamente collegata al soggetto per il quale si sono chieste informazioni. L’ANNUNCIO SUL BLOG UFFICIALE DI GOOGLE

(more…)

“Internet non è un bene universale”

maggio 17, 2007

Oggi l’ADSL non è fruibile da 6 milioni di utenti in Italia, pur considerando l’accesso alla Rete un bene universale. Una connessione lenta pone il cittadino in una condizione di serie B: scarsa possibilità di scelta, problemi di sicurezza, con più elevate possibilità di imbattersi in dialer, e tariffe più alte, per chi utilizza intensamente internet, fino a 7 volte in più con l’UMTS e 8 volte e mezzo in più con il satellite. (more…)