Microsoft, i suoi primi trent’anni

by

microsoftQuello che diventerà il gigante mondiale dell’informatica viene fondato da Paul Allen e Bill Gates nel 1975 ad Albuquerque (New Mexico). In quell’anno Microsoft vende il suo sistema Basic alla Ncr e all’Intel. Vengono assunti poi Marc McDonald e Rid Weiland, ambedue amici dei fondatori dai tempi dalla scuola privata Lakeside. Il 1 gennaio 1979 Bill Gates sposta la Microsoft con i suoi 16 dipedenti a Seattle (Washington). Con il senno di poi, l’anno della svolta è il 1985: arriva Windows 1.0, via via sviluppato fino alla versione Windows 3.1 nel 1992.

L’introduzione di Windows 3.1 segna una delle pietre miliari del percorso molto controverso scelto dall’azienda di Seattle. Fino a Windows 3.1, infatti, l’interfaccia grafica è compatibile con Dr-dos.
La Digital Research risponde nel 1985 con Gem-dos e poi, nel 1988, trasforma Cp/m nel Dr-Dos. Fino al 1992 la Microsoft si trova dunque in regime di piena concorrenza, con varie versioni di sistema operativo: Pc-Dos, Dr-Dos, etc. Di alcuni ancora oggi possiamo trovare sul mercato le versioni più recenti, a parte Ms-Dos che si è fermato alla versione 7.0. Nell’Agosto 1995 la Microsoft lancia sul mercato Windows 95, che è il primo sistema operativo grafico dell’azienda e il secondo che abbia enorme successo commerciale dopo quello del Macintosh (Mac-Os). Contemporaneamente la Microsoft introduce le versioni per Ms-Dos dei vecchi linguaggi Fortran (nato nel 1954) e Cobol (nato nel 1959). Nel 1985 Microsoft e Ibm avevano dato il via a una collaborazione per la successiva generazione di sistemi operativi, l’Os/2, e Ibm aveva rilasciato l’ambiente grafico Topview, precursore dell’interfaccia grafica che sarà usata sull’Os/2. La partnership con Ibm durerà fino al 1991, anno in cui Gates decide che non serve più e modifica il nome del proprio Os/2 in Windows Nt. Nel Marzo 1986 Microsoft viene quotata in borsa. L’offerta iniziale per azione di 21.00 dollari rende di colpo Gates milionario. Nel 1987, all’annuncio di Microsoft e Ibm del rilascio di Os/2 v. 1.0, che avrebbe dovuto sostituire Ms-Dos, le azioni raggiungono i 100.00 dollari di quotazione. Si suppone che Gates sia, sul principio degli anni 2000, l’uomo più ricco del mondo. Alla fine di gennaio del 2007, viene lanciato Vista, l’attesissimo successore di Windows. Microsoft dichiara che questo evento è da ricordare come “il lancio di software più importante della storia” . Gates in particolare confronta questo lancio con quello di Windows 95, avvenuto dodici anni prima: “Vista sarà l’applicativo chiave della sua era, come Windows 95 lo è stato nella propria”. L’ambiente computer dal 95 ad oggi è cambiato sensibilmente. Infatti, mentre Windows 95 fu un prodotto sviluppato in grande misura per Pc non connessi a Internet, Vista promette di essere la piattaforma del “digital lifestyle”. Microsoft punta sulla qualità di Vista, affermando che mentre Windows 95 aveva grossi problemi di driver, Vista esce accompagnato da 31.000 driver certificati e da 1,5 milioni di dispositivi compatibili. Sono 2500 i software certificati da Microsoft. Al beta testing del software hanno partecipato 5 milioni di utenti e la società ha affermato che sono stati eseguiti test per un tempo equivalente a 60 anni così come un miliardo di sessioni Office. Microsoft ha incaricato un team di ricerca etnografica che ha lavorato fianco a fianco con 50 famiglie in giro per il mondo; lavoro che ha suggerito ben 800 modifiche al sistema operativo, perché diventasse davvero “global”. Ma in quest’epopea non sono tutte rose e fiori. Le tattiche e gli accordi commerciali utilizzati da Microsoft per aumentare le proprie quote di mercato sono spesso state criticate ed anche accusate di illegalità e, più recentemente, di abuso della posizione di monopolio. Una parte di tali strategie sono state poi confermate negli Halloween documents, dei quali Microsoft ha ammesso l’autenticità. Nel 1990, in una causa intentata contro la Microsoft per una sospetta violazione di copyright, che riguardava il Codice Amado, la società viene riconosciuta colpevole di uno dei dieci capi d’accusa e costretta a pagare una multa di 8,96 milioni di dollari. Nel 1994 perde la causa intentata dalla Stac Electronics per violazione di copyright di un software incluso nel proprio Ms-Dos. Nel 2000 viene citata in giudizio e censurata dall’antitrust americano per i suoi tentativi di monopolizzare il mercato dell’informatica attraverso l’integrazione (bundle) irreversibile di prodotti gratuiti e commerciali preinstallati sui Pc di tipo Ibm. Nell’aprile 2004 è condannata in primo grado dall’ antitrust dell’Unione Europea al pagamento di una multa di 497 milioni di dollari (sulla quale è in corso l’appello), e dal Dipartimento di Giustizia americano, nella persona di Bill Gates, ad altri 800.000 dollari di multa per aver riacquistato azioni proprie. I prodotti principali della poderosa line-up di Microsoft sono attualmente il sistema operativo Microsoft Windows e la suite di produttività personale Microsoft Office, per i quali è leader di mercato. Altre linee di produzione comprendono: sistemi di sviluppo software (Ide e compilatori), Dbms, videogiochi, consolle per videogiochi (Xbox e Xbox 360, potenti macchine che insidiano il primato nel settore di Sony), periferiche di input (tastiere e mouse). Il fortunato geek (parola inglese che sta per genio dell’informatica) Bill Gates è tuttora il chairman e chief software architect, oltre che il principale azionista di Microsoft. L’attuale Ceo (una sorta di A.d.) è Steve Ballmer. (Mattia Puddu Caresa)

2 Risposte to “Microsoft, i suoi primi trent’anni”

  1. Candida Neeley Says:

    I love the I Am Loved Mother’s Heart Diamond Pendant

  2. Norberto Says:

    The example I was shown was significantly bigger, seemed extremely great, at least for
    the naked eye at close range, and I was told analyzed as “diamond” when checked against moissanite and other detection techniques.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: