Google condannato in Belgio: “Non può copiare i giornali”

by

Una sentenza destinata a fare giurisprudenza oltre che ad aprire un intenso dibattito. Un tribunale di Bruxelles ha confermato il divieto per Google, il piu’ popolare motore di ricerca in Internet, a diffondere articoli e fotografie di giornali belgi senza autorizzazione. La corte d’appello ha confermato la sentenza di primo grado pronunciata lo scorso settembre, ma ha ridotto a 25.000 euro al giorno la multa in caso di reiterazione del reato. ‘Google’ aveva cessato di riportare sul sito ‘web’ belga materiale preso da quotidiani locali, in attesa di una decisione della corte d’appello. Ad aprire il caso e’ stata la denuncia di Copiepresse, la societa’ che gestisce i diritti degli editori belgi della stampa quotidiana in lingua francese e tedesca, in cui si accusa ‘Google’ di diffondere notizie senza autorizzazione, in violazione alla legge sui diritti editoriali e d’autore. Inizialmente la Copiepresse aveva chiesto un risarcimento di 2 milioni di euro al giorno in caso di inosservanza del divieto, in considerazione del volume d’affari di Google che ammonta a 10,2 milioni di euro al giorno. Il caso in Belgio e’ stato seguito con particolare attenzione dall’Agence France Presse che ha presentato un’analoga denuncia contro Google negli Stati Uniti. Il motore di ricerca statunitense ha annunciato un nuovo ricorso. Mentre Margaret Boribon, segretario generale di Copiepresse, ha espresso soddisfazione per la sentenza e allo stesso tempo sorpresa per la riduzione della multa in caso di nuove violazioni. La signora Boribon ha aggiunto che la sua societa’ non esclude di vendere parte del materiale dei giornali, ma ha sottolineato che sta a Google fare la prima mossa. “Resta l’obiettivo iniziale che era quello di arrivare a un accordo equo”, ha spiegato. Dopo avere aperto negli ultimi quattro anni siti web di notizie in una trentina di Paesi, a gennaio del 2006 Google lancio’ una versione belga, motivo di allarme soprattutto per la stampa francofona. (Affari Italiani)

5 Risposte to “Google condannato in Belgio: “Non può copiare i giornali””

  1. Bernardo Parrella Says:

    be’, diciamo che la storia non e’ affatto risolta, come l’altra per france presse; piu’ che un precedente cio’ conferma pero’ che ci sono in gioco interessi commerciali enormi, e che certi impasse (piu’ in EU che in USA) non possono essere risolti con i muscoli (o il valore azionario)

    nel senso che google e’ ormai un colosso globale, e pur credendo dipotersi permettere di tutto, come tutti i colossi prima o poi scopre di avere i piedi d’argilla…

  2. Riccardo Says:

    se fossi google chiuderi in Belgio e vediamo che faranno le persone allora.
    è una cosa ridicola.

  3. Bernardo Parrella Says:

    be’, di alternative a google news ne esistono a volonta’, tipo wikio, portale con base in francia e siti in lingue e news per i vari paesi EU — e i vari news aggregator sparsi in giro per tutti i gusti, cosi’ come esitono montagne di search engine anche migliori di google…

    il punto non e’ quello — piuttosto, un po’ come per le fallimentari policy di google in cina, certe mosse da gigante pigliatutto non vanno ne’ possono andare d’accordo con norme e strutture locali “tradizionali”, ne’ con le esigenze localizzate di utenti diversi…

  4. cymbalus Says:

    E i giornali che copiano da altri giornali?

  5. Bernardo Parrella Says:

    gia’, e i blogger che copiano ovunque? e il plagio diffuso?😉

    chiaro che la soluzione NON sono sentenze legali o restrizioni del copyright, giammai; pero’ prima di arrivare a soluzioni soddisfacenti un po’ per tutti o proposte da “via di mezzo” occorre confrontarsi con quanto gia’ esiste, media, norme e governi “tradizionali”, altrimenti e’ solo il caos che non serve a nessuno — meno che mai a noi utenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: