Giornalista pestato a morte in Cina, indagava su miniere

by

Conduceva un’inchiesta sulla scarsa sicurezza delle miniere cinesi ed è stato pestato a morte nel nord della Cina. Lan Chengzhang, un collaboratore in prova del “China Trade News” di Pechino, è stato aggredito a sprangate il 9 gennaio nei pressi di una miniera nella contea di Huiyuan, nella provincia dello Shanxi, hanno riferito fonti del giornale. Il decesso è avvenuto l’indomani in un ospedale della vicina città di Datong. Gli autori del pestaggio sarebbero dei minatori assoldati da un dirigente locale dell’industria mineraria. Il “China Trade News” ha inviato sul posto alcuni inviati a far luce sull’accaduto e ha presentato denuncia alla polizia e alle autorità dello Shanxi. Si parla anche di un secondo giornalista che accompagnava Lan e che sarebbe stato trattenuto negli uffici del dirigente locale dell’industria mineraria. Il governo cinese ha ammesso in passato che le miniere sono spesso controllate da funzionari senza scrupoli che corrompono le autorità locali per eludere le normative sulla sicurezza e ottimizzare i profitti.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: