Turchia, articolo 301 contro la libertà di espressione online

by

Recentemente la Turchia ha approvato un decreto di legge come contromisura contro la trasmissione di contenuti indecenti ed i giochi d’azzardo online. Questa misura darà alla Security Agency IT nazionale il potere di bloccare qualsiasi trasmissione che, come menzionato nell’Articolo 301 del Codice Penale Turco, sia ritenuta una minaccia per la sicurezza dello stato. Come riportato il 4 Gennaio dal giornale turco Yeni Safak, l’approvazione del decreto ha riaperto il dibattito sulla libertà di espressione su Internet in Turchia, visto che secondo il nuovo disegno di legge, l’IT Security Agency funzionerà come una sorta di “grande fratello” con il compito di identificare qualsiasi violazione del controverso Articolo 301.

L’Articolo 301 è entrato in vigore il 1° Giugno 2005 come parte di una riforma sui reati penali che era stata introdotta per portare la Turchia nell’ UE. Con tale riforma qualsiasi insulto alla così detta “Turchicità” viene considerato un crimine, ed in particolare:

1- Una persona che denigra pubblicamente la “Turchicità”, la Repubblica, o la Grande Assemblea Nazionale Turca, sarà punibile con la prigione da sei mesi a tre anni.

2- Una persona che denigra pubblicamente il Governo della Repubblica Turca, le istituzioni giudiziarie dello Stato, le organizzazioni militari o di sicurezza, sarà punibile con la prigione da sei mesi a due anni.

3- Nei casi in cui l’offesa alla “Turchicità” viene commessa da un cittadino Turco residente in un altro paese, la pena sarà incrementata di un terzo.

4- Le espressioni di pensiero atte a criticare con costituiranno un crimine.

Le pene per i trasgressori sono state sintetizzate in 5 punti principali (Fonte: BBC Monitoring European):

1- Insultare il presidente secondo l’ Articolo 299 del codice penale turco: da uno a quattro anni di prigione. Se il reato viene commesso tramite stampa la pena è aumentata di un terzo.

2- Trasmissioni fatte su Internet che violano l’articolo 301: “Denigrando la Turchicità, la repubblica, le istituzioni e gli organi di stato”: dai sei mesi ai tre anni di prigione.

3- I Crimini menzionati nel Capitolo 4 del codice penale turco ed identificati come “Crimini Contro la Sicurezza dello Stato”, se commessi attraverso Internet possono essere puniti anche con l’ergastolo. 

4- I Crimini commessi tramite Internet contro il regime costituzionale saranno puniti secondo gli Articoli 209, 310, 311, 312, 313, 314, 315 e 316 del codice penale Turco e possono includere il carcere a vita.

5- La pubblicazione di annunci e dichiarazioni tramite organizzazioni terroriste su Internet sarà punita secondo la legge Anti-Terrorismo con una pena da uno a tre anni di prigione. 

Amnesty International considera che il tentativo di disegnare una distinzione tra criticare e denigrare è altamente problematico… in
particolare su Internet, dove la gente usa esprimere abbastanza “liberamente” la propria opinione su forum, blog ed altri spazi digitali. Adesso in Turchia gli utenti del web sono seriamente minacciati da delle costanti intrusioni nella loro “vita digitale” privata, e potrebbero essere perseguiti per qualsiasi azione che in qualche modo possa essere considerata contro la così detta “Turchicità”.

Possiamo solo sperare che ciò non accada, ma considerando che questa è diventata una legge e sono stati già presentati più di 60 casi di violazione, c’è abbastanza pessimismo al riguardo. Tra i casi aperti sotto l’articolo 301 ci sono giornalisti, editori, e studenti come Faith Tas, uno studente di 26 anni che studia Comunicazione e Giornalismo all’Università di Istanbul, ed il proprietario di una casa editrice. Orhan Pamuk (vincitore del premio nobel per la letteratura) è uno di questi casi. (Zone-h.it)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: