San Severo (Fg): i vincitori del premio giornalistico Cutuli

by

premiosanseveroIl premio giornalistico “Maria Grazia Cutuli” andrà quest’anno a Francesco Battistini, Daniele Mastrogiacomo e Giuliana Sgrena. Francesco Battistini, giornalista del Corriere della Sera, negli ultimi quindici anni inviato di guerra ha seguito e raccontato i conflitti che insanguinano varie parti del mondo: dalla Bosnia all’Iraq, all’Afghanistan, al Kashmir ed anche a Cuba, dove ha dato voce agli oppositori del regime castrista. Proprio a Cuba nel 2005 fu arrestato ed espulso per “contatti illegali” dalla polizia de L’Avana per aver raccolto le testimonianze degli oppositori del regime, mentre in Iraq, nel 2003, era fra i quattordici giornalisti (provenienti da vari Paesi europei) che per tredici giorni sono stati confinati nell’hotel Palestine, fino all’arrivo delle milizie americane che hanno preso la città di Bagdad e li hanno liberati.

Inviato sui maggiori teatri di guerra degli ultimi anni, anche Daniele Mastrogiacomo, apprezzato giornalista de La Repubblica, attento osservatore della realtà, raccontata più volte nei suoi accurati reportage dal Libano, ma anche dall’Iraq, dall’Afghanistan, dalla Somalia, da New Orleans, dove ha descritto l’orrore della devastazione e l’anarchia criminale seguita all’uragano Katrina. Costantemente impegnato ad illuminare le tante zone grigie che impediscono una corretta conoscenza dei fatti, il giornalista di Repubblica è fra i giornalisti italiani che hanno rivolto l’appello per il cessate il fuoco nel Libano nell’estate scorsa per richiamare l’attenzione dell’Occidente sulla sanguinosa guerra in Medio Oriente. Il premio sarà consegnato anche a Giuliana Sgrena, giornalista de Il Manifesto, rapita in Iraq e poi liberata grazie all’intervento dei servizi di sicurezza italiani nel corso del quale ha perso la vita l’agente Nicola Calipari. Inviata in varie zone di guerra per il giornale la Sgrena ha raccontato attraverso i suoi servizi in Algeria, in Somalia, in Afghanistan ed in Iraq i conflitti armati e la tragedia della guerra così come è vissuta dalle sue vittime quotidiane, con una attenzione particolare alla condizione femminile nell’Islam. Giornalista e scrittrice, Giuliana Sgrena che oltre a Il Manifesto scrive anche per il settimanale tedesco Die Zeit e che vanta al suo attivo anche diverse pubblicazioni, ha ricevuto nel 2003 il titolo di Cavaliere del Lavoro per la sua attività di giornalista e scrittrice dal presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. (Il Grecale)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: