Comicon: il mondo del fumetto a Napoli tra innovazione e tradizione

by

<p><p><p><p><p><p><p><p><p>Penne Digitali – Fare informazione nell’era di Internet</p></p></p></p></p></p></p></p></p> <p>

Comicon2
C’è chi fa risalire la nascita delle vignette “parlanti”
addirittura al Medioevo: senza scomodare i medievalisti bisogna ammettere che
il fumetto, nelle sue molteplici forme, ha rappresentato per molte epoche uno
strumento impareggiabile per educare le nuove generazioni al rispetto delle
diversità e per stimolare la loro fantasia e il loro pensiero critico. In
Italia poi, la connotazione popolare ha accresciuto ancor più la valenza
educativa del fumetto e del cinema di animazione, soprattutto a partire dal
Dopoguerra.

Come per altre professioni legate alla scrittura e alla
creatività, con l’avvento di Internet anche quella che è stata definita da più
parti come la  Nona Arte rischia di essere messa in discussione, se non altro nelle sue forme
tradizionali. Ma l’attenzione per il genere del fumetto e del cinema di
animazione sta trovando proprio nell’impiego delle nuove tecnologie nuova linfa
e nuove possibilità espressive, testimoniate da appuntamenti come il Comicon,
divenuti negli anni veri punti di riferimento per mettere in comunicazione il
pubblico con gli editori e soprattutto con gli autori, le matite creative che
continuano a sfornare, anche in un periodo di crisi come quello attuale,
prodotti culturali di ottimo livello.

Comicon1


L’ottava edizione del Salone Internazionale del Fumetto e
dell’Animazione
, realizzata come ogni anno a Napoli nella suggestiva cornice del
cinquecentesco Castel Sant’Elmo, si è tolta definitivamente di dosso la scomoda
quanto immeritata etichetta di manifestazione “filoamericana” per riportare la
luce dei suoi riflettori sul fumetto europeo, in particolare tedesco e
britannico. Davvero apprezzabile la volontà di porre l’accento sulla
sceneggiatura e di realizzare una mostra che mettesse lo spettatore nelle
condizioni di entrare “nella mente dello scrittore”, illustrando l’intero
percorso creativo di un autore di fumetti: dalla nascita di un’idea, alla
realizzazione dello storyboard, alla stesura di un testo. «Quest’anno abbiamo
voluto sottolineare come il fumetto possa essere una vera e propria opera
letteraria e non un prodotto limitato alla fruizione dei bambini – ha spiegato
Claudio Curcio, direttore organizzativo di Napoli Comicon – e per questa
ragione abbiamo fatto della sceneggiatura la grande protagonista di questa
edizione, per celebrare il grande apporto culturale che il fumetto e le graphic
novel possono offrire a tutti noi».

Comicon4
Tante le succulente anteprime e gli eventi che hanno
richiamato nel weekend una notevole affluenza di visitatori (oltre ventimila!), dai semplici
curiosi agli appassionati e agli addetti del settore. La giornata inaugurale di
venerdì 3 marzo è stata principalmente dedicata al genio di Alan Moore, mentre
nella giornata conclusiva di domenica è stato Chris Claremont, il più celebre e
amato sceneggiatore degli X-Men ad essere anche fisicamente presente alla
rassegna, presentando in anteprima il terzo episodio cinematografico della saga
dei mutanti. Tra le grandi presenze del sabato spazio anche ai protagonisti del
fumetto italiano con Giorgio Cavazzano e Tito Faraci, due prestigiose firme
della Disney, che hanno illustrato la nuova graphic novel intitolata Jungle
Town. Tra i protagonisti assoluti del fumetto italiano anche i tanti eroi
bonelliani: Sergio Bonelli Editore ha presentato tra l’altro Demian, il nuovo
fumetto che lancerà a maggio: un noir francese ambientato a Marsiglia.

Comicon3
La presenza del canale satellitare Jimmy, partner assodato
del Comicon, gli stand delle case editrici e di tante realtà non solo del mondo
dei fumetti ma anche del gioco di ruolo e dei videogame hanno reso ancora una
volta la kermesse del Comicon una vera fiera dei balocchi per gli amanti della
nona arte, un appuntamento annuale imprescindibile per conoscere gli autori e
ammirarli nel loro processo creativo, oltre che aggiornarsi su tutte le ultime
novità del settore. 

carlo.baldi@pennedigitali.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: