Archive for marzo 2006

Giornalisti cinesi raddoppiati in 20 anni

marzo 31, 2006

Cina_giornale_1Secondo i risultati di uno studio condotto dall’Amministrazione Generale per la Stampa, e riportato dal China Daily, negli ultimi 20 anni il numero dei giornalisti cinesi si è duplicato. Solo lo scorso anno ben 700.000 persone si sono indirizzate all’attività giornalistica. Il bilancio è positivo non solo per il numero crescente di professionisti, ma anche per l’innalzamento del livello culturale della categoria negli ultimi decenni. L’88% dei giornalisti cinesi possiede un titolo universitario e solo il 20% del totale ha un’età superiore ai 50 anni. Nel 1986 l’età media per la categoria era intorno ai 37 anni, oggi il 29% ha tra i 20 e i 30 anni ed il 27% tra i 30 e i 40. A detta di Cheng Fangjun, vicedirettore di un popolare quotidiano nella regione centrale della Cina, “La qualità generale del lavoro degli addetti all’informazione è decisamente migliorata”.

Chiara Ciardelli

Annunci

Lo sciopero parziale di Sky: fedeltà al lettore o all’editore?

marzo 30, 2006

Sky2_1L’adesione parziale di Sky allo sciopero indetto dalla Fnsi lo scorso sabato 25 marzo non ha mancato di sollevare un vespaio di polemiche. Con una decisione che trova già dei precedenti, il Comitato di Redazione dell’emittente di Murdoch ha spiegato in una nota la volontà di esprimere solidarietà allo sciopero voluto dal sindacato dei giornalisti italiani, ma allo stesso stempo di trasmettere la telecronaca degli eventi sportivi della giornata, anche se priva di commentatore, interventi e interviste da bordo campo. Quella dei giornalisti di Sky ha i contorni di una soluzione per salvare capra e cavoli: né un sì né un no, ma un arguto “ni” alla protesta indetta contro gli editori per il mancato rinnovo del contratto nazionale di lavoro.

(more…)

File sharing: in Francia multe salate

marzo 30, 2006

Pic2
La crociata contro la pratica del file sharing, ovvero
la condivisione di materiale spesso coperto da copyright fra gli utenti di
Internet, è stata già annunciata da tempo. In Francia il governo lancia ora una
nuova legge sul diritto d’autore che fissa multe precise per chi viola le norme
diffondendo e condividendo illegalmente materiale audio e video tutelato dal
copyright.

L’internauta sorpreso a scaricare musica e film dal
web dovrà pagare una multa di 38 euro, sanzione che sale a 150 euro per chi
mette a disposizione i file pirata. Gli oppositori anche in Francia non
mancano: sul banco d’accusa non solo la reale efficacia della legge, ma anche
il rischio che lo spirito originario della rete, votato alla circolazione e
alla libera condivisione del sapere, possa subire un colpo mortale.

‘Penne Digitali’ ospite di ‘Nessuno Tv’

marzo 30, 2006

Res5301Roberto Zarriello e Chiara Ciardelli, due componenti della redazione di questo blog, saranno ospiti nel pomeriggio degli studi del canale satellitare ‘Nessuno Tv’, visibile alla posizione 890 del decoder Sky, per registrare una puntata della trasmissione ‘Blog Generation’, in onda ogni sabato alle ore 21.00. Appena possibile vi renderemo noti i temi oggetto trattati, e tutti i dettagli per seguirci in video.

‘Penne Digitali’ ospite all’Università ‘La Sapienza’. Cronaca dell’incontro e podcasting

marzo 29, 2006

Zarriellorussi_2Sono le dieci nella sala Avila in Corso Italia 38 a Roma, un vecchio teatro prestato alla facoltà di Scienze della Comunicazione della Sapienza. La lezione di oggi di Teoria e tecniche delle comunicazioni di massa del Professore Russi ha lasciato la scena prima all’esperta di cattedra Anna Totano e poi a Roberto Zarriello, vicedirettore dell’AGE. Oltre a leggere la cronaca dell’evento è possibile ascoltare in streaming un estratto dell’incontro, o scaricare l’mp3 ad alta qualità in formato compresso.

Per scaricare il file ad alta qualità clicca qui.

L’argomento all’ordine del giorno è il più moderno che si possa immaginare: il mondo dei blog. L’aula è quasi piena, gli studenti sembrano essere piuttosto interessati, poco prevedibile, forse, è la scoperta di quanto poco diffuse e conosciute risultino tematiche quali i blog, il podcasting e i feed RSS tra ragazzi tanto giovani, presumibilmente gli esperti della comunicazione del domani.

(more…)

Basta cellulosa, ci sono i tablet: Bill Gates prevede la scomparsa della carta a favore di schermi portatili

marzo 28, 2006

TabletL’uomo del futuro non si sporcherà le dita di inchiostro. Libri di testo, riviste e giornali verranno sostituiti da schermi ultra-portatili. Lo afferma Bill Gates, co-fondatore della Microsoft nonché uomo più ricco del mondo. “Personaggio dell’anno” per la rivista Time, Gates si improvvisa Nostradamus dei tempi moderni e prevede la scomparsa della carta entro 50 anni.

Lo scenario previsto dal proprietario di Microsoft non implicherebbe l’eliminazione in blocco della classe giornalistica addetta alla carta stampata. “Sono sicuro che passeranno altri 50 anni e ci sarà ancora qualcuno che stampa un giornale e lo consegna a qualcun altro da qualche parte”, dice Gates. La previsione è verosimile, considerando che in alcuni paesi, come l’Italia, il 2,7 per cento della popolazione naviga su internet (Fonte: Computer Industry Almanac) e l’esame di Stato per l’accesso all’Ordine dei Giornalisti si fa ancora con la macchina da scrivere.

(more…)

Usa: regole spot voto su Internet

marzo 28, 2006

UsaflagNella campagna per le elezioni di midterm, in Usa, saranno introdotte per la prima volta regole alla pubblicità su Internet. Gli spot in rete saranno soggetti alle norme che limitano e regolamentano i finanziamenti delle campagne. Lo indica la Commissione elettorale federale (Fec), responsabile dell’applicazione delle regole, dopo che un tribunale federale ha disposto che le norme che valgono per le altre forme di pubblicita’ elettorale siano applicate anche a quella su Internet. (Studio Celentano)

Sul nuovo sito dell’AGE ed il commento di Reporters

marzo 27, 2006

Rispondiamo all’osservazione postata oggi da Carlo Felice Dalla Pasqua del blog Reporters. Lo stimato collega ha voluto sottolineare come nel presentare il nuovo sito dell’Agenzia Giornalistica Europa, la nostra redazione abbia tralasciato di specificare il noto legame con l’Agenzia. Del resto, non si è mai fatto mistero del fatto che, Roberto Zarriello sia l’attuale vice-direttore dell’AGE, che in tale carica sia succeduto a Carlo Baldi, e che Marco Morello sia corrispondente da Roma per la medesima Agenzia. Non potremmo mai intenzionalmente cercare di nascondere un legame che abbiamo sempre ritenuto ampiamente noto, e che ci ha permesso di conoscerci e di lavorare oggi insieme al progetto di Penne Digitali. Fermo restando che non ci sembra di essere mai venuti meno alle qualità di obiettività e imparzialità, alla base di una qualsiasi attività giornalistica, siamo ben lieti di segnalare le novità e le proposte di tutti gli operatori d’informazione, anche di quelli con cui non abbiamo la fortuna di lavorare direttamente, sperando di continuare a fornire notizie utili e spunti interessanti per tutti colori che ci leggono.

LA REDAZIONE

Cina: cyberdissidente condannato a 10 anni di prigione

marzo 27, 2006

CensuredIl governo cinese continua a far parlare di sé per la forte censura adottata nei confronti della libertà di espressione sul web. Nel gennaio scorso aveva avuto una risonanza internazionale l’oscuramento del blog curato dal giornalista indipendente Zhao Jing, noto in rete con il nome inglese di Michael Anti. Un blog seguito in media da quindicimila persone al giorno.

Questa volta un altro cyberdissidente è finito nel mirino del governo di Pechino: un insegnante cinese, Ren Zhiyuan, 28 anni, è stato condannato a dieci anni di carcere per aver diffuso in rete due articoli sulla democrazia in cui sosteneva il diritto del popolo di rovesciare un tiranno. Tribunale del Popolo della provincia dello Shandong ha emesso la condanna per il reato di “sovversione dei poteri dello Stato”. Zhiyuan era stato arrestato nel 2005 proprio a seguito della pubblicazione dei suoi articoli.

carlo.baldi@pennedigitali.it

Ambiente: un disegno per una visione del futuro

marzo 27, 2006

DisegnaesognaUna matita per immaginare cosa sorgerà al posto di Punta Perotti. Questa l’idea lanciata da Legambiente Puglia e realizzata da Dispoto & Partners – Agenzia di comunicazione visiva, agli studenti di tutte le scuole, dai 6 ai 13 anni, che potranno dare spazio alla fantasia e sbizzarrirsi a disegnare un parco-giochi, degli alberi, una scuola, al posto della  famigerata “saracinesca” sul litorale di Bari che sarà abbattuta nelle date del 2 e del 23 e 24 aprile.

I disegni dei ragazzi saranno raccolti e pubblicati sul sito www.puntaperottivagiu.com, in una apposita gallery, che riporterà il nome del piccolo artista e la scuola di appartenenza. A rotazione poi, alcuni dei disegni saranno utilizzati da Dispoto & Partners per l’animazione iniziale del sito dedicato all’abbattimento dell’ecomostro barese.

(more…)