Un ritardo di sei minuti costa al treno Eurostar la registrazione del dominio .eu

by

Eurostar1 Sono bastati sei minuti di ritardo al treno ad alta velocità Eurostar per perdere la registrazione del nuovo dominio “.eu”. Un’impresa belga che si occupa del commercio di diamanti ha anticipato di pochissimo i responsabili del veloce convoglio ferroviario che unisce Parigi a Londra in meno di tre ore. Nonostante le proteste anglofrancesi, con cui si reclamava il diritto al dominio, i belgi hanno avuto la meglio in tribunale.

Lo scorso 7 dicembre l’Europa ha dato il via agli acquisti della vetrina europea on line per gli organi pubblici e i marchi registrati. L’impresa Eurostar Diamond Traders ha subito effettuato l’operazione ma trecentosessanta secondi dopo i rappresentanti di Eurostar U.K. hanno fatto lo stesso. Eurid, l’organismo che si occupa di gestire queste operazioni, ha dato ragione ai meno noti acquirenti, determinando l’esplosione del primo caso giudiziario legato ai siti “.eu”. Pretendere una tutela anche per l’omonimia è forse troppo.

marco.morello@pennedigitali.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: