Il giornalista tagli la realtà ma non la svilisca

by

Procuste Conoscete la storia del letto di Procuste? Polipemone, soprannominato Procuste, racconta Robert Graves nel suo libro sui miti greci, “viveva ai margini della strada, e aveva in casa due letti, uno grande e uno piccolo. Accolti i viandanti, faceva sdraiare quelli di piccola statura sul letto grande, e poi ne slogava le membra per adattarle alle proporzioni del giaciglio, mentre sistemava quelli alti nel letto piccolo, amputando poi le gambe che sporgevano dal letto stesso. Taluni dicono invece che si servisse di un solo letto, allungando o accorciando gli ospiti a seconda del caso”.

Voi dormireste su quel letto? Probabilmente no. Proviamo a leggere questo mito come una metafora della realtà e trasferiamola nell’universo del mestiere del giornalista. Non esiste una causa ultima o una causa sola che permette di capire ciò che accade, tanto meno rende possibile rappresentarlo. La realtà è troppo complessa, ma quasi sempre in un articolo o in un servizio deve essere “tagliata”, ridotta all’osso, semplificata. È un vizio o una necessità che sarebbe meglio assecondare con prudenza per evitare di svilire ciò che si racconta e, se permettete, anche il valore di ciò che si fa.

marco.morello@pennedigitali.it

Advertisements

Una Risposta to “Il giornalista tagli la realtà ma non la svilisca”

  1. Carlo Baldi Says:

    Una similitudine di grande effetto! E che coglie un nodo cruciale della professionalità del cronista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: