L’informazione oggi

by

Fatti_chiari “Il quarto potere (!?) attraversa una complicata terza età. A volte è costretto a vivere di ricordi e troppo spesso si china ai tre poteri che lo precedono nell’antica classifica. È in conflitto con l’etica e con gli editori, sempre meno «innamorati» dei giornalisti. L’impressione, qualche volta, è che sia rimasto solo lo stemma di famiglia. La stampa ha saputo però conservare l’istinto di sopravvivenza, custodire quella formula magica che ogni giorno convince il lettore ad andare in edicola con un euro in mano e il telespettatore a impugnare il telecomando.

Il segreto è nella capacità di trasferire informazioni usando un linguaggio semplice. Metabolizzare una notizia e raccontarla in modo che tutti possano capirla e apprezzarla. Questo è il Sacro Graal del giornalismo e, di conseguenza, la bussola per chi si occupa di comunicazione. Non c’è un vangelo da sfogliare, ma ci sono i «manuali» delle più autorevoli testate nazionali e straniere. Contengono regole che i redattori devono seguire per assicurare un’identità al giornale e facilitare il compito del lettore. […] Poi ci sono i guru della pubblicità con i loro segreti, le scuole di giornalismo dove si «predica» l’arte della chiarezza. Mettiamo tutto insieme ed ecco la «Costituzione» del comunicatore. […] Ecco che cosa scriveva Indro Montanelli: «Bisogna parlare al lettore nella sua semplice lingua, non in quella sussiegosa dell’Accademia, peste e dannazione di una cultura come quella nostra che per questo non è mai riuscita a diffondersi come sarebbe stato suo primo dovere fare».

[…] Adesso abbiamo un punto fermo. Conosciamo noi stessi, come direbbe Socrate. Siamo quelli che si sforzano di raccontare in modo chiaro, piacevole, originale. Siamo i nemici dichiarati del burocratese, dei luoghi comuni, delle frasi fatte. Siamo quelli che «timbrano» il biglietto e non lo «obliterano». Quelli che «decidono» e non «giungono alla decisione». Siamo d’accordo con Italo Calvino: leggerezza, rapidità, esattezza, visibilità, molteplicità, coerenza.

Con una certezza in più: quella chiocciola che ha cambiato il modo di comunicare. «L’e-mail – scrive Stefano Bartezzaghi – è la maggiore scoperta del nostro tempo per utilità e diffusione. La posta elettronica ha dato una possibilità inedita di rapporto tra i mass media e i loro utenti, trasformando radicalmente l’interazione del pubblico con giornali, radio e televisione». Si chiama «comunicazione calda», i destinatari dell’informazione diventano protagonisti così come nel newsgroup, nelle mailing list, nei forum on-line e nei bloggers.

[…] Insomma uno scenario che non sistema più il giornalista sulla torre e, a terra, una massa anonima e passiva di ascoltatori, telespettatori e lettori. Il flusso di informazione va e viene. Chi firma un articolo, aggiunge spesso l’indirizzo di posta elettronica: può essere rintracciato, insultato, elogiato. Diventa un interlocutore. Si accorciano le distanze tra chi fa e chi riceve l’informazione, i ruoli sono più sfumati, in certi casi si confondono.”

(Tratto da “Fatti chiari. Giornali, radio, web, talk show. Come si racconta la notizia” di Giovanni Floris, Filippo Nanni e Argentina Pedaccini, Centro di Documentazione Giornalistica, 2005)

Advertisements

Una Risposta to “L’informazione oggi”

  1. daniele giovale Says:

    condivido tutto quello che ho letto, ma non ho trovato secondo me la parte più importante che la classe dei giornalisti deve assolutamente considerare; ritrovare la fiducia della gente; ovviamente passa anche attraverso una scrittura semplice e una capacità comunicativa studiata, però purtroppo il passo più importante passa attraverso il comportamento etico, e molto spesso si sentono giornalisti esprimersi in maniera molto chiara, ma le parole emesse sono frutto di un “suggerimento” dato da qualche altro potere o persona.
    Daniele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: