Archive for dicembre 2005

Gli aggiornamenti riprenderanno il 3 gennaio

dicembre 31, 2005

Cartolina2006_1

redazione@pennedigitali.it

Dibattito: Informare on line, lavoro puro o volontariato?

dicembre 27, 2005

Questionmark Come molti di voi sapranno, lo scorso 21 dicembre è stato presentato a Napoli il libro “Penne Digitali”. Durante il convegno intitolato “Tra blog e citizen journalism, quale futuro per l’informazione on line?”,  Giuseppe Tortora, Direttore del Corso di perfezionamento in Scienze Umane e Nuove Tecnologie all’Università Federico II, ha toccato, tra i tanti, un punto chiave per il futuro dell’informazione on line. “E’ vero che Internet rappresenta una grande opportunità per il mondo dell’informazione – ha detto – come è vero che attraverso il web si può fare informazione di qualità e anche controinformazione”.

A tutto questo ha fatto seguito un interrogativo: “Ciò che mi chiedo è quanto un sito di informazione o un blog di qualità possano essere redditizi. Cioè, chi vi lavora guadagna o fa puro volontariato?”.

Il quesito è interessante e merita di essere approfondito. Confrontandomi con vari web-journalist, web-content o noti blogger, ho potuto constatare, una volta di più, che Tortora effettivamente parla di un problema concreto. Molti di loro fanno informazione on line per pura passione. L’unica fonte di guadagno è rappresentata da qualche ritorno pubblicitario (se si è fortunati). Per il resto, sono pochi i casi di editori che investono seriamente sul web pagando i propri redattori. Oggi è così, domani cosa accadrà? Tale situazione influirà su continuità e qualità dei prodotti editoriali che nascono sul web?

Cosa ne pensate? Raccontateci anche la vostra esperienza…

roberto.zarriello@pennedigitali.it

Tanti auguri a tutti

dicembre 24, 2005

Puntata natalizia di ‘Penne Digitali’ ieri su Radio Alzo Zero. In mezzo a tante notizie, consigli di lettura, curiosità e suggerimenti per vivere al meglio le festività anche dal punto di vista tecnologico, sono andati in onda anche alcuni divertenti sketch con tutti gli errori in cui sono scivolati i conduttori e gli inviati nel corso delle prime otto puntate della stagione.

Vi riproponiamo qui di seguito la registrazione.

Per chi disponesse di una connessione a banda larga e volesse prelevare il file ad alta qualità (circa 70 mb, formato zip) basta cliccare qui.

Noi ci congediamo da voi per due giorni, gli aggiornamenti riprenderanno regolarmente dal 27 dicembre.

L’augurio di tutti noi, nello specifico Roberto Zarriello, Carlo Baldi, Marco Morello e Chiara Ciardelli, va a tutti i nostri lettori per un Natale sereno e ricco di gioie.

redazione@pennedigitali.it

Penne Digitali su .com

dicembre 24, 2005

P_testata_01_logo Tra i diversi organi di informazione che hanno riportato la notizia del convegno – presentazione di ‘Penne Digitali’ svoltosi a Napoli lo scorso 21 dicembre anche ‘Puntocom’, il noto quotidiano dedicato al mondo della comunicazione, ha dedicato un articolo all’argomento. Per scaricarlo in formato Pdf cliccate qui

Oggi la puntata natalizia di Penne Digitali

dicembre 23, 2005

Santa_hat_1Eccezionalmente di venerdì va in onda questa sera alle 18.00 lo speciale natalizio del programma realizzato dalla redazione di questo blog e tramesso da Radio Alzo Zero. Roberto Zarriello e Marco Morello vi racconteranno le festività in maniera spiritosa e vivace con un occhio sempre attento al mondo dell’informazione e della tecnologia.

Tutte le tradizionali rubriche del programma indosseranno la barba bianca e il vestito rosso: Carlo Baldi ci parlerà di shopping dell’ultima ora e di come decorare il proprio sito per l’occasione. Chiara Ciardelli ha scovato e ci consiglierà due E-book di indubbia fama e di profonda suggestione.

E poi un regalo per tutti voi. Dieci minuti di sketch, papere, errori: una sorta di blob del blog per ridere un po’ alle nostre spalle.

Permetteteci di farvi gli auguri anche a voce, non perdete la puntata natalizia di Penne Digitali.

redazione@pennedigitali.it

Un Natale di letture tecnologiche

dicembre 23, 2005

Ebook_5 In virtù del particolarissimo periodo dell’anno, all’insegna di pandori e panettoni, regali e riunioni di famiglia, la rubrica e-book, ospitata dall’ottava puntata di Penne Digitali, vi propone delle letture in tema, rigorosamente digitali e rigorosamente gratuite. Segnaliamo un’avventura tutta natalizia dell’intramontabile Marcovaldo in “I figli di Babbo Natale” di Italo Calvino, on line su www.fralenuvol.com, e il più classico dei racconti natalizi, “Il Cantico di Natale” di Charles Dickens, pubblicato per la prima volta nel dicembre del 1843 a Londra, scaricabile su www.liberliber.it. La rete è una fonte davvero inesauribile di storie e novelle dallo spirito tipicamente natalizio, tra tutti vi ricordiamo il link http://digilander.libero.it/semprenatale  da cui è possibile accedere ad una raccolta di testi e storie natalizie, più di 150 scritti, tra favole per ragazzi e pietre miliari della letteratura di tutti i tempi.

chiara.ciardelli@pennedigitali.it

Rimandata a domani la puntata natalizia di Penne Digitali

dicembre 22, 2005

Outoforder_2 Un guasto tecnico improvviso ai server della radio ci impedisce di andare in onda questa sera. Ci scusiamo con i nostri lettori e ascoltatori. L’appuntamento è spostato per domani alle 18.00. Non mancate.

redazione@pennedigitali.it

Il futuro dell’informazione è on line

dicembre 22, 2005

Screenshot_3 Mercoledì 21 dicembre nella prestigiosa cornice del Maschio Angioino è stato presentato il libro “Penne Digitali” ad opera di Carlo Baldi e Roberto Zarriello, edito dal Centro di Documentazione Giornalistica (nella foto qui sopra alcuni momenti dell’incontro). È stata anche l’occasione per una tavola rotonda su temi di grande attualità: “Tra blog e citizen journalism quale futuro per l’informazione on line?”. Vittoria Russo, giornalista dell’emittente televisiva Napoli Nova, ha sapientemente moderato il dibattito, in cui sono intervenuti, oltre agli autori, Massimiliano Lanzi Rath, Direttore Comunicazione e Sviluppo del Centro di Documentazione Giornalistica, Giuseppe Tortora, Direttore del Corso di perfezionamento in Scienze Umane e Nuove Tecnologie, e Giuseppe Contino, Direttore Responsabile del Sito Internet del Comune di Napoli.

La discussione si è aperta con le riflessioni di Roberto Zarriello e Carlo Baldi sulle motivazioni che li hanno portati a scrivere un saggio, che, inizialmente, si pensava come un vero e proprio vademecum del giornalismo on line per esperti e studiosi del settore. Come la platea di Internet è potenzialmente infinita, così ben presto ci si è resi conto dell’opportunità di rivolgersi semplicemente a chiunque pratichi la rete con un atteggiamento critico. Lo stesso fenomeno innovativo dei blog, del resto, è la testimonianza tangibile di quanto i cittadini del mondo digitale oggi sentano la necessità di informare ed informarsi, tenendo presenti anche le insidie della rete.

Dagli autori la parola è passata all’editore con l’intervento di Massimiliano Lanzi Rath, che dal ’96 con l’osservatorio Italia Media Online studia e monitora il fenomeno del giornalismo in rete. Recentemente si evidenzia in Italia una nuova spinta dell’informazione su Internet, anche perché, dopo le illusioni e disillusioni dei primi anni di sviluppo del Web come mezzo di grande comunicazione e diffusione delle notizie, oggi si è disposti a scommettere sulle potenzialità di una rete che si è dimostrata funzionale e che, soprattutto, permette di misurare i riscontri degli investimenti pubblicitari, considerando anche l’elevato numero di famiglie italiane che usufruiscono della banda larga.

Giuseppe Tortora ha cominciato il suo intervento spiegando come, dieci anni fa, con il collega Gianfranco Borrelli abbia ideato il Corso di perfezionamento in Scienze Umane e Nuove Tecnologie, un momento di riflessione su quanto le nuove tecnologie possano cambiare il modo stesso di pensare. Sono strumenti “ad alto impatto antropologico”: non si tratta di esagerazioni, bensì di prendere consapevolezza dei cambiamenti che ci circondano. Andando avanti qualcosa si guadagna, altro si perde, è fondamentale, però, esserne coscienti.

La parola, infine, è passata a Giuseppe Contino, che si occupa del sito del Comune di Napoli fin dalla sua nascita nel ’95, epoca in cui la presenza in rete di realtà istituzionali era ancora un’esperienza pionieristica. Il progetto venne realizzato tecnicamente e si incominciò a delineare un piano editoriale, ma, ben presto, ci si rese conto del rischio di passare da una comunicazione istituzionale alla vera e propria propaganda. L’Ingegnere, quindi, reputò opportuno intraprendere la strada del giornalista, perché per la riuscita di un buon sito non può bastare un contenitore bello e funzionale, ma ci vogliono dei contenuti professionali: a ognuno il suo. Anche e soprattutto nella Pubblica Amministrazione l’informazione e la comunicazione devono essere in mano a chi li pratica di mestiere, come chiaramente disciplinato anche dalla legge 150/2000 con la previsione di una figura professionale specifica per i siti istituzionali.

La tavola rotonda si è chiusa con le domande del pubblico e un breve dibattito sulla contro informazione in cui si è sottolineato come Internet consenta di trattare argomenti diversi tra loro e di osservarli molteplici punti di vista. Sul Web non vi è limite alla libertà di espressione, l’informazione non ha filtri e c’è maggiore libertà.

chiara.ciardelli@pennedigitali.it

Penne Digitali a Napoli

dicembre 21, 2005

Pennedigitali Oggi alle ore 16 a Napoli presso la Sala della Loggia del Maschio Angioino, si terrà una tavola rotonda sul tema: “Tra blog e citizen journalism, quale futuro per l’informazione online?”.

Nel corso dell’incontro sarà presentato il recente lavoro dei giornalisti Carlo Baldi e Roberto Zarriello, dal titolo "Penne Digitali. Dalle Agenzie ai weblog: fare informazione nell’era di Internet", pubblicato dal Centro di Documentazione Giornalistica all’interno della collana Journalism & Communication Tools.

All’incontro, oltre agli Autori del volume, interverranno: Massimiliano Lanzi Rath, direttore Comunicazione e Sviluppo del Centro di Documentazione Giornalistica; Giuseppe Tortora, docente di Filosofia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II e direttore del Corso di Perfezionamento in Scienze Umane e Nuove Tecnologie; Giuseppe Contino, direttore responsabile del sito web del Comune di Napoli. Modererà il dibattito Vittoria Russo, giornalista dell’emittente televisiva Napoli Nova.

Su queste pagine troverete aggiornamenti e materiale relativo all’incontro.

redazione@pennedigitali.it

“Sul filo di lama”: racconti di spada, fioretto e sciabola

dicembre 21, 2005

Scherma La "Fis – Federazione italiana scherma" e la "Scuola di scrittura Omero" in occasione dei Mondiali di scherma che si svolgeranno a Torino, dal 29 settembre al 7 ottobre 2006, organizzano il premio letterario "Sul filo di lama – racconti di spada, fioretto e sciabola" rivolto a tutti gli appassionati dello sport e della scrittura. Si tratta di racconti che hanno come base l’idea del duello e quindi l’intera manifestazione si svolgerà all’insegna della sfida a due. I migliori 10 racconti verranno pubblicati sui quotidiani "Corriere dello sport – Stadio" e "Tuttosport" e giudicati da una doppia giuria, una composta da scrittori, personalità della cultura, atleti e giornalisti sportivi, e una composta dai lettori dei quotidiani che potranno votare il loro racconto preferito. Trai partner del premio, anche la Facoltà di Scienze della comunicazione dell’Università La Sapienza di Roma. Per maggiori informazioni: http://www.omero.it/index.php?itemid=546&catid=41.

roberto.zarriello@pennedigitali.it